Mediamate - Web Agency Bologna | Come muovere i primi passi su Facebook

Come muovere i primi passi su Facebook

Facebook ormai è onnipresente, è una vera costante nelle nostre vite digitali. E sempre più imprese, o più in generale organizzazioni, ne colgono l’importanza e decidono di “esserci”.

Per un’impresa stabilire la propria presenza su Facebook significa innanzitutto creare una pagina.

Non bisogna dunque commettere l’errore di creare un profilo personale per gestire la comunicazione di un’impresa su Facebook. Troppo tardi? Non preoccupatevi, a tutto c’è un rimedio :) Risolveremo il problema a fine articolo…

Conviene – ed è corretto – creare una vera e propria pagina aziendale, anche e soprattutto per avere accesso a tutte le opportunità specifiche che in questo modo Facebook mette a nostra disposizione.

Per fare degli esempi di funzionalità dedicate alle pagine aziendali, basti pensare agli Insights, le statistiche che Facebook ci fornisce per studiare gli andamenti della nostra pagina, alla funzione dello scheduling che ci permette di programmare in anticipo la pubblicazione dei nostri aggiornamenti, o ancora alle opportunità di advertising su Facebook specifiche per le pagine.

Ma soprattutto, la pagina non ha limiti in termini di like “ottenibili”, mentre un profilo personale può avere al massimo 5000 amici. E, dulcis in fundo, se utilizzate un profilo personale per promuovere un’attività e Facebook vi scopre – e primo o poi vi scopre – vi blocca. Meglio non rischiare!

Torniamo a noi. I passaggi da seguire per iniziare a muovere i primi passi su Facebook sono:

1. Build – Creare una pagina Facebook

2. Connect – Costruirsi il proprio pubblico

3. Engage – Condividere contenuti di valore per creare una relazione con i fan

Analizziamo insieme questi passaggi…

Build – Creare una pagina Facebook

Creare una pagina Facebook di per sé non è difficile. Basta collegarsi all’indirizzo www.facebook.com/pages/create:

Mediamate - Web Agency Bologna | Creare una pagina Facebook

A questo punto scegliamo la macro categoria di riferimento della nostra impresa e la relativa sotto categoria dall’apposito menu a tendina:

Mediamate - Web Agency Bologna | Scegliere la categoria della pagina Facebook

Inizierà quindi una procedura guidata nella quale Facebook ci chiederà tra le altre cose di aggiungere le informazioni di base sulla nostra attività e l’immagine di profilo della pagina.

Una volta conclusa la procedura guidata, sarà possibile rivedere le informazioni inserite, ed eventualmente aggiungere ulteriori dettagli circa la propria attività, cliccando sulla voce “Impostazioni” in alto all’interno della pagina e, in particolare, selezionando il campo “Informazioni sulla Pagina”.

Cerchiamo di completare il tutto inserendo quante più informazioni possibile, dando moltissima importanza alle immagini che scegliamo per il profilo e per la copertina.

Le immagini sono fondamentali per comunicare su Facebook – e più in generale online – in modo efficace.

Abbiamo quindi visto che creare una pagina Facebook è davvero facile. Si tratta di un’operazione che riusciamo a completare nel giro di pochi minuti. Gestire la pagina, invece, è tutta un’altra storia.

Una pagina abbandonata a se stessa, infatti, non vale nulla. Non basta esserci passivamente. La pagina va poi curata e gestita attivamente.

E questo richiede da parte nostra un primo importante investimento: un po’ del nostro tempo.

Essere su Facebook può aiutarci a creare un rapporto diretto con i nostri “seguaci”, incrementando la nostra brand awareness, ricevendo feedback, coinvolgendo attivamente gli utenti nelle nostre iniziative ed eventualmente – e auspicabilmente – aumentando le vendite.

Ovviamente a questi risultati si perviene solo dedicandosi alla comunicazione su Facebook con costanza e continuità. I risultati non vengono da soli e non sono immediati. “Roma non è stata costruita in un giorno”.

Diffidate da chi vi dice: “Fatti la pagina Facebook, che ti costa? È facile e gratis!”. Non è facile e non è economico perché richiede delle competenze e del tempo per essere opportunamente gestita. Solo in questo modo è possibile produrre i risultati desiderati.

Connect – Costruirsi il proprio pubblico

Fatte le dovute premesse, il primo obiettivo da raggiungere sarà ora quello di costruire un pubblico per la pagina Facebook. In altre parole, dobbiamo crearci una base di like da parte di persone interessate alla pagina e, quindi, alla nostra attività.

Mediamate - Web Agency Bologna | Promuovere la pagina Facebook offline

Ci sono diversi modi utili a perseguire questo obiettivo.

Per esempio, se la pagina riguarda un’impresa locale, come un ristorante o un negozio di abbigliamento, le prime persone potenzialmente interessate a seguirci saranno i clienti che già ci conoscono e apprezzano.

Segnaliamo a tutti loro la nostra presenza su Facebook attraverso delle “iniziative offline”, come per esempio una semplice locandina nel nostro negozio.

 

Se vogliamo strafare, ci sono anche delle app per smartphone e tablet che, una volta collegate alla nostra pagina, ci permettono di far visualizzare su un monitor nel nostro negozio il conteggio in tempo reale dei like ricevuti. Otterremo così un risultato di questo tipo:

Mediamate - Web Agency Bologna | Like Counter Pro per Facebook

Per il visitatore sarà divertente fare like e vedere così avanzare il contatore in tempo reale. Se vi interessa, l’app utilizzata nell’esempio è Like Counter Pro. La trovate qui.

Questi naturalmente sono solo degli esempi. Date libero sfogo alla vostra fantasia!

Un altro possibile modo per ottenere like consiste poi nel segnalare la presenza della pagina Facebook all’interno del proprio sito web. Se non avete un sito, valutate seriamente l’opportunità di crearlo (o di farvelo creare). Il sito web è il perno attorno al quale ruota la nostra presenza online…

Infine, possiamo ottenere like e costruire la nostra audience ricorrendo alla pubblicità a pagamento su Facebook. Come utilizzare Facebook Advertising è l’argomento di una serie di post che iniziano da qui.

Seguiteci su Facebook per restare aggiornati sui prossimi articoli ;)

Engage – Condividere contenuti di valore per creare una relazione con i fan

Ricapitolando, abbiamo creato una pagina Facebook e costruito una base di liker. E ora?

Ora iniziamo a fare sul serio. La pagina – come anticipato – va aggiornata condividendo sempre nuovi contenuti e interagendo con i fan. L’obiettivo deve essere quello di coinvolgere la nostra audience in quello che facciamo, dando vita ad una conversazione “bidirezionale”.

Facebook infatti non va visto come un tradizionale media a senso unico – come la TV, in cui l’impresa parla e gli altri ascoltano in modo passivo.

Nota per i più giovani: la TV è quella specie di scatola, a volte schiacciata, che trovate molto spesso a casa della nonna.

Al contrario, una pagina Facebook per essere efficace deve intrattenere il pubblico con dei contenuti interessanti, divertenti e capaci di stimolare un’interazione. A tal scopo evitate in primo luogo di inondare la pagina di promozioni commerciali – che vanno bene, ma a piccole dosi – e concentratevi nel produrre contenuti che siano di valore per la vostra utenza.

Per imparare a gestire al meglio la pagina Facebook e a produrre contenuti di valore, trovate già una miriade di risorse online. Tra le altre, vi segnaliamo la serie di articoli su come muovere i primi passi su Facebook di Alessandra Farabegoli, una vera esperta in materia.

Il messaggio in ogni caso è semplice: siate voi stessi, siate genuini e divertenti, interagite con chi vi scrive, il tutto utilizzando un po’ di buonsenso. Lo stesso che adottate quando avete a che fare con un cliente (o con un potenziale cliente) di persona…

*Ops. Ho creato un profilo personale invece di una pagina aziendale. Cosa devo fare?

Se hai creato un profilo personale al posto di una pagina Facebook, innanzitutto comincia col fare 50 flessioni per penitenza. Riprenditi mentre lo fai e invia il video a Mark Zuckerberg per ottenere il suo perdono.

Una volta ottenuto il perdono di Zuckerberg, accedi a Facebook con il profilo da trasformare in pagina e collegati a questo link.

Segui quindi la procedura guidata, simile a quella utilizzata per creare una pagina Facebook. Ricorda che il nome della pagina deve corrispondere al nome che prima avevi dato al profilo personale e che solo i like verranno conservati a passaggio ultimato.

In pratica, quelli che prima erano amici del profilo personale diventeranno automaticamente liker della nuova pagina. Per il resto, però, la pagina risulterà vuota. Hai perso tutti i post, le eventuali interazioni da loro ottenute, foto, video ecc. Se si tratta di molta roba, può essere utile scaricare un backup del profilo prima di trasformalo in pagina.

Puoi fare il backup accedendo alla impostazioni di Facebook e poi cliccando, in fondo, sulla voce “Scarica una copia dei tuoi dati Facebook”.

Nota: la parte relativa alle flessioni e alla richiesta di perdono a Zuckerberg, naturalmente, era uno scherzo… :)

Photo Credit: Marco Paköeningrat e Jason Tester